Sicurezza del prodotto (sezione riservata alle autorità di controllo)

La Direttiva 2009/48/CE del Parlamento Europeo pubblicata il 18 giugno 2009, definisce i requisiti essenziali di sicurezza dei giocattoli, compresi i requisiti specifici di sicurezza in materia di proprietà fisiche e meccaniche, infiammabilità, proprietà chimiche, proprietà elettriche, igiene e radioattività.

Rispetto alla precedente Direttiva, la 88/378/CEE, il nuovo approccio coinvolge tutti gli operatori economici, il fabbricante, il rappresentante, l'importatore ed il distributore. Ognuno di questi, a suo modo, deve garantire che il giocattolo immesso sul mercato non metta in pericolo la salute del bambino e l'ambiente.

Edison Giocattoli, come produttore di pistole giocattolo e munizioni, ha adottato tutte le misure imposte dalla nuova Direttiva: analisi dei prodotti in fase di sviluppo per il mantenimento degli standard di produzione, per garantire la massima sicurezza in tutte le parti prodotte e immesse sul mercato.

Questa sezione è stata creata come documento di accompagnamento alle dichiarazione di conformità rilasciate. Il suo scopo è quello di mettere a conoscenza le autorità nazionali che ne fanno richiesta, dei criteri adottati da Edison Giocattoli per il mantenimento della sicurezza dei giocattoli prodotti.

Edison Giocattoli è una società eticamente corretta da ogni punto di vista, in particolare per quel che riguarda la sicurezza dei prodotti. Edison Giocattoli non ha mai cercato di realizzare facili guadagni, per esempio acquistando materie prime di origine dubbia. Tutti i materiali utilizzati dalla società in fase di produzione devono soddisfare i requisiti essenziali delle norme di sicurezza per i giocattoli e per maggiori garanzie è stato scelto di limitare i fornitori di materie prime ai soli europei.

La nuova Direttiva Europea obbliga i fabbricanti a redigere la documentazione tecnica dei giocattoli ed a conservarla per un periodo di 10 anni dopo che il giocattolo è stato immesso sul mercato. Per un più rapido accesso delle autorità di controllo a tale documentazione, Edison Giocattoli ha scelto di redigere questa documentazione in formato elettronico.

Per visualizzare la documentazione tecnica è necessaria la nostra autorizzazione.

      

schermate

Salute e Sicurezza sul lavoro: Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza

Con le nuove disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro, la supervisione del datore di lavoro committente si estende anche alle attività affidate a ditte esterne da parte dell'azienda madre. Spetta, infatti, a costui, ai sensi dell'articolo 26 del D.Lgs. 81/2008, promuovere la cooperazione e il coordinamento delle varie attività svolte in azienda da soggetti terzi, elaborando un unico documento di valutazione dei rischi interferenti (il cosiddetto DUVRI) e garantendo la gestione delle relative misure per garantire la sicurezza sul lavoro.
 
Lart 26 del D.lgs. 81/08 stabilisce che: Il datore di lavoro committente promuove la cooperazione ed il coordinamento di cui al comma 2 elaborando un unico documento di valutazione dei rischi (i cosiddetti rischi interferenti ndr.) che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze. Tale documento (il DUVRI appunto ndr.) è allegato al contratto di appalto o di opera. Ai contratti stipulati anteriormente al 25 agosto 2007 ed ancora in corso alla data del 31 dicembre 2008, il documento di cui al precedente periodo deve essere allegato entro tale ultima data.
 
Da qui l'importanza di questa sezione del nostro sito, creata con il duplice intento di informare le aziende che accedono alla Edison Giocattoli, dei pericoli presenti nello stabilimento, e di fornire un supporto pratico alla stesura della documentazione necessaria allo svolgimento del proprio lavoro in regola con le leggi più recenti.
 
 
DUVRI
 
Il presente documento analizza, elenca e valuta i rischi derivanti dalle interferenze che si manifestano presso la sede della Edison Giocattoli S.p.A., tra le attività della committenza e le imprese che agiscono allinterno della stessa per lavori ricevuti in appalto.
 
Tale documento non valuta i rischi specifici delle attività affidate in appalto, che sono valutati nellambito dei Documenti di Valutazione dei Rischi e dei Piani Operativi di Sicurezza delle imprese ed aziende che svolgono tali attività.
 
Oggetto del presente documento è, pertanto, lindividuazione delle misure da adottare per limitare al minimo o eliminare le interferenze e per promuovere la cooperazione ed il coordinamento tra la committenza e le proprie aziende appaltatrici.
 
La valutazione dei rischi da interferenza prende avvio da unanalisi dellattività lavorativa, tenuto conto di tutte le variabili che possono incidere sulle condizioni di sicurezza e salute dei lavoratori, fra le quali:

  • rischi derivanti da sovrapposizioni di più attività svolte ad opera di appaltatori diversi;
  • rischi immessi nel luogo di lavoro del committente dalle lavorazioni dellappaltatore;
  • rischi esistenti nel luogo di lavoro del committente, ove è previsto che debba operare lappaltatore, ulteriori rispetto a quelli specifici dellattività propria dellappaltatore;
  • rischi derivanti da modalità di esecuzione particolari (che comportano rischi ulteriori rispetto a quelli specifici dellattività appaltata), richieste esplicitamente dal committente.

Nei contratti misti rientranti nel campo di applicazione del Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 Cantieri temporanei o mobili, per i quali occorre redigere il Piano di Sicurezza e Coordinamento, lanalisi dei rischi interferenti di cui sopra e la stima dei relativi costi sono contenuti nel Piano di Sicurezza e Coordinamento. 

Sono esclusi dalla predisposizione del DUVRI ed alla relativa stima dei costi della sicurezza:

  • le mere forniture senza posa in opera, installazione o montaggio, salvo i casi in cui siano necessari attività o procedure che vanno ad interferire con la fornitura stessa;
  • i servizi per i quali non è prevista lesecuzione in luoghi nella giuridica disponibilità del Datore di Lavoro Committente;
  • i servizi di natura intellettuale, ad esempio direzione lavori, collaudo, ecc., anche effettuati presso la stazione appaltante.

In tutti gli altri casi la Edison Giocattoli S.p.A. per ottenere una significativa riduzione del rischio da interferenze adotterà, in generale, le seguenti misure preventive:

  • sfasamento spaziale delle attività interferenti;
  • sfasamento temporale delle attività interferenti;
  • gestione del rischio di interferenza mediante misure di prevenzione e protezione individuali o collettive, allestimenti, procedure organizzative di coordinamento relative alluso comune di mezzi e servizi, infrastrutture e attrezzature.

Il presente DUVRI, essendo un documento dinamico, si prefigge lo scopo di evidenziare le interferenze, le misure di prevenzione e protezione ed i relativi costi della sicurezza per tutto il percorso procedurale dalla fase della stipula del contratto di appalto alla fase di realizzazione delle attività previste.
 
In questa prima fase, detta fase di coordinamento, il DUVRI ha il compito di fornire le prime informazioni sui rischi specifici presenti nei luoghi di lavoro e le misure generali di prevenzione e protezione adottate, la valutazione delle possibili interferenze introdotte dalla nuova attività oggetto dellappalto, le relative misure di prevenzione e protezione che devono essere adottate nonché i relativi costi di sicurezza.
 
Nel presente DUVRI e nel computo dei costi della sicurezza non sono riportate le misure per eliminare i rischi propri derivanti dallattività delle singole imprese appaltatrici o dei singoli lavoratori autonomi, ma solo i rischi derivanti dalle interferenze presenti nelleffettuazione della prestazione oggetto dellappalto.
 
In analogia a quanto previsto nel codice dei contratti pubblici, relativamente ai lavori, è fatto obbligo al fornitore di presentare proposte integrative al DUVRI ove ritenga, sulla base della propria esperienza, di poter meglio garantire la sicurezza del lavoro, proposte che naturalmente dovranno essere oggetto di valutazione da parte della Committente.
 
A riguardo prima dellavvio lavori, sarà effettuato un sopralluogo nelle aree interessate dallappalto e sarà effettuata una riunione di coordinamento e cooperazione, dove se necessario saranno redatti dei verbali che costituiranno documenti integrativi al presente DUVRI.
 
In breve, i documenti obbligatori da fornire ad Edison Giocattoli S.p.A., ad integrazione del contratto di appalto o fornitura sono:

  • informazioni minime ditta appaltatrice;
  • Piano Operativo di Sicurezza o dichiarazione sostitutiva circa lottemperanza alle misure di igiene e sicurezza sul lavoro;
  • copia del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) della ditta e degli eventuali subappaltatori;
  • copia del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio;
  • indicazione della quota destinata alla sicurezza connessa allappalto;
  • dichiarazione sui rischi da interferenza introdotti.

I documenti che seguono sono liberamente accessibili e volutamente suddivisi in tre parti:  

1. informazioni minime che lazienda appaltatrice deve obbligatoriamente fornire alla Edison Giocattoli per potersi ritenere in regola ed autorizzata allo svolgimento del proprio lavoro allinterno dello stabilimento:

Informazioni minime ditta appaltatrice.pdf    14.52 KB

Dichiarazione rischi da interferenza introdotti.pdf   50.68 KB

2. informazioni principali da visionare ed assimilare, relative alle lavorazioni svolte nello stabilimento della Edison Giocattoli ed ai pericoli ad esse associati. I documenti che seguono vi saranno utili per evidenziare eventuali rischi da interferenza introdotti nello stabilimento:

Informazioni sul committente.pdf   5.91 MB

Rischi da interferenza attesi.pdf   190.87 KB

3. moduli utili al completamento della documentazione facente parte del DUVRI:

Autodichiarazione impresa appaltatrice.pdf   78.66 KB

Autocertificazione lavoratore autonomo.pdf   75.44 KB

Verbale di cooperazione e coordinamento.pdf   68.98 KB

Verbale di concessione d'uso attrezzature.pdf   68.95 KB

Nuovi rischi da interferenza.pdf   49.44 KB